Now Reading
Come costruire una console per il retrogaming con Raspberry Pi
48

Come costruire una console per il retrogaming con Raspberry Pi

by admingennaio 18, 2017

Ultimamente il retrogaming sta vivendo una nuova giovinezza, con console dedicate ai giochi del passato prodotte da case ufficiali (come il Nintendo Nes Mini)  o da aziende indipendenti, come nel caso del Retron.

Quello che accomuna la maggior parte di questi prodotti è il fatto che la retro-compatibilità è garantita non da installazioni hardware ma da emulazione tramite software.

Proprio su questo principio è basato questo articolo, in cui andremo a mostrare come costruire un console per il retrogaming utilizzando un Raspberry Pi 3 e un software dedicato; il risultato non sarà un nuovo Nintendo Mini ma vi posso assicurare che non resterete delusi.

Cosa otterrete con questa guida

Se seguirete questa guida otterrete una console creata in casa capace di emulare la maggior parte dei sistemi usciti dagli anni 80 sino agli anni 2000, il tutto spendendo circa 70-80 euro.

I sistemi fino ad ora supportati sono:

  • 3Do
  • Amiga
  • Amstrad CPC
  • Apple II
  • Atari 2600
  • Atari 5200 e 7800
  • Atari Jaguar
  • Atari Lynx
  • Colecovision
  • Color Computer
  • Commodore 64
  • Dragon 32
  • Dreamcast
  • Game Boy Advance, Game Boy e Game Boy Color
  • GameCube
  • Game Gear
  • Genesis/Megadrive
  • Intellivision
  • Macintosh
  • MAME
  • Master System
  • MSX
  • Neo Geo
  • Nintendo 64
  • Nintendo DS
  • NES
  • Pc
  • PlayStation 1
  • PSP
  • Sega 32X
  • Sega CD
  • SNES
  • Wonderswan
  • ZX Spectrum

Cosa vi serve per iniziare

starter kit retroconsole

Lo starter kit utilizzato in questa guida

Fino a qualche tempo fa avreste avuto bisogno, oltre alla dotazione hardware che vedremo di seguito, anche di avere un minimo di conoscenze di programmazione domotica; attualmente però la versione del software che utilizzeremo si è evoluta, ed è possibile installarla sulla vostra console senza dover scrivere una riga di codice.

Ecco dunque la lista della spesa:

  1. Raspberry Pi 3 (qualsiasi modello va bene)
  2. Scheda SD da almeno 4 Gb (consiglio di prenderla da 16)
  3. Cavo HDMI
  4. Una tastiera usb (necessaria solo per la configurazione iniziale)
  5. Un pad usb (consigliati quelli per Xbox 360 o PS3 in quanto supportati in modo nativo)
  6. Il software Retropie (il nostro contenitore di emulatori)

Per comodità vi consigliamo di comprare uno dei tanti kit disponibili comprendenti, oltre al Raspberry, anche un minicase, l’alimentazione, una scheda SD e un cavo Hdmi.

Installare Retropie sulla scheda SD

schermata retropie

Questa è la schermata iniziale di Retropie una volta completata l’installazione

Il primo passo per ottenere la vostra retroconsole homemade è quello di installare Retropie sulla scheda SD.

Iniziate con andare sul sito ufficiale e scaricate la versione per Raspberry P3; il file pesa circa 500Mb ma la velocità di download varia molto in base a quanto è congestionato il portale.

Una volta ottenuto il file e dopo averlo scompattato con Winrar ( o analogo programma), dovete procedere al trasferimento del file immagine sulla scheda Sd: per far questo vi consiglio il programma Win32DiskImager (se usate Windows) o  RPI-sd card builder se utilizzate un Mac.

Per entrambi i programmi è sufficiente selezionare il file scaricato da Retropie e il percorso di destinazione dove avete inserito la scheda SD e attendere il completamento del processo di scrittura.

In questa guida dimostriamo come creare una console adatta al retrogaming partendo da un Raspberry Pi

Primo avvio e configurazione del pad

Arrivati a questo punto siete pronti a procedere con la configurazione della vostra console.

Assemblate il Raspberry con il minicase (non serve una guida, si tratta di allineare 4 buchi e inserire delle vitine), collegatelo tramite Hdmi ad uno schermo, inserite il vostro pad in uno degli ingressi Usb e inserite l’alimentazione ( a riguardo consiglio di acquistare anche uno switch in quanto l’alimentatore standard ne è sprovvisto): sullo schermo compariranno delle scritte di codice ma voi non dovrete fare assolutamente nulla, attendete sino a quando il dispositivo non viene riavviato. 

In questa fase Retropie sta scompattando i vari file e si sta autoinstallando, per la gioia di chi non ha mai scritto un comando DOS o Linux.

Dopo il riavvio vi troverete nella schermata del vostro emulatore, chiamato EmulationStation e vi verrà chiesto di configurare il pad; se state utilizzando un controller per Xbox 360 o per PS3 non avrete alcun problema in quanto sono supportati di default.

Seguite semplicemente le informazioni a schermo.

configurazione pad retropie

Schermata della configurazione guidata del pad con Retropie

In generale potrete però optare anche per altri controller  in base ai vostri gusti, l’importante è che abbiano un collegamento almeno Usb 2; quelli più vecchi presentano dei problemi di riconoscimento e richiedono alcune operazioni aggiuntive per funzionare.

Completato questo passaggio avrete terminato la configurazione e avrete ottenuto una console adatta al retrogaming, dovrete solamente caricare le vostre roms preferite.

Come caricare le roms su EmulationStation

emulazione snes retropie

Esempio di schermata una volta che avrete caricato delle roms (Snes in questo caso)

Il modo più semplice per effettuare questa operazione è quella di utilizzare una qualsiasi pennetta usb ( o hd esterno), a patto ovviamente di avere già delle roms caricate sul vostro pc.

Seguite questi semplici passi e non avrete problemi:

  1. accendete il Raspberry e collegatelo alla Tv/schermo
  2. collegate la memoria USB
  3. vederete lampeggiare per alcuni secondi una spia, quando si spegne scollegate la memoria dal Raspberry
  4. collegate la chiavetta/hd al vostro pc e vedrete al suo interno che è stata creata un cartella chiamata retropie. Apritela e all’interno cercate la sottocartella roms, al suo interno troverete diverse cartelle, una per ogni emulatore installato!
  5. copiate semplicemente le roms nelle cartelle corrette
  6. ricollegate la chiavetta al Raspberry e vedrete che nella schermata sono comparse le voci relative ai vari emulatori ( se non le vedete provate e riavviare il sistema tramite apposito comando)

N.B. se per qualsiasi motivo dopo il collegamento dell’Hd/Chiavetta con il Raspberry non trovate la creazione automatica della cartella retropie/roms potete procedere in autonomia a crearla direttamente dal vostro pc.

Semplicemente create sulla chiavetta la cartella retropie/roms e all’interno tante cartelle quante sono quelle delle console che volete emulare; il nome della cartella del singolo emulatore è sempre uguale al nome della console emulata.

Se doveste avere dubbi potete comunque controllare il nome giusto a questo link 

Siete pronti a giocare!

Trucchi e impostazioni aggiuntive

Ecco una lista di comandi che potrete usare all’interno di quasi tutti i giochi e che vi serviranno, ad esempio, a tornare alla schermata principale:

  • Select+Start: esci da un gioco
  • Select+Right Shoulder: Salva
  • Select+Left Shoulder: Carica
  • Select+X: RGUI Menu
  • Select+B: restart del gioco

 Ricordatevi di installare i due dissipatori compresi nel kit perchè il Raspberry Pi3 tende a scaldare molto! Installarli e facilissimo in quanto sono dotati di un retro “biadesivo”, vi basta staccare la carta protettiva e collocarli con cura sopra la CPU.

 Per  utilizzare alcuni emulatori è necessario scaricare il BIOS del sistema corrispondente (ad esempio per i giochi PS1); se non avete un file BIOS potete reperirne facilmente uno su Google

Ogni emulatore che inserirete può essere configurato con diverse opzioni, per motivi di spazio non possiamo inserirli tutti qui ma nel caso potete scriverci per informazioni

Inizialmente vedrete solamente i giochi relativi ad alcuni emulatori ma una volta che aggiungerete un formato supportato compariranno anche gli altri

Le ultime versioni di Raspberry P hanno anche l’opportunità di essere connesse tramite wi-fi alla vostra rete. E’ una configurazione che vi consiglio di fare e che vi permette di inviare le roms anche tramite file manager

E’ fortemente consigliato acquistare un alimentatore con switch per accendere spegnere la console-Raspberry, altrimenti dovrete ogni volta connetterlo/sconnetterlo dalla corrente. Un ottimo compromesso qualità/convenienza è dato da questo prodotto della AuKru.

 

What's your reaction?
Lo amo
19%
Lo odio
11%
Interessante
64%
Bha
3%
About The Author
admin
Ciao e benvenuti sul portale di Retrogaming-Italia! Sono un videogiocatore e appassionato di console sin dal 1990, anno in cui mi regalarono il primo NES. Da allora non ho mai smesso e ora cerco di migliorare il panorama del retrogaming italiano
48 Comments
  • Roberto
    febbraio 6, 2017 at 9:48 pm

    ho un problema : collego la chiavetta usb al rapberry, poi al pc ma non mi appare la cartella roms….

    come posso fare?

    ho win10 come sistema operativo.

    grazie in anticipo.

    • admin
      febbraio 7, 2017 at 6:08 pm

      Ciao Roberto, quando colleghi la chiavetta al raspberry devi aspettare che smetta di lampeggiare e solo dopo togliere la chiavetta. In alternativa controlla che la chiavetta sia formattata in Ntfs

      • Daniele Costenaro
        aprile 5, 2017 at 9:11 pm

        Io provo e riprovo ma continua a non crearmi le cartelle. tra l’altro nella schermata iniziale non vedo il menu degli emulatori ma solo “configuration”. avrò mica sbagliato qualcosa?

        grazie per una risposta
        daniele

        • admin
          aprile 6, 2017 at 7:54 am

          Ciao Daniele, le cartelle vengono create in automatico (devi aspettare circa 5 minuti) ma nel caso non compaiano puoi crearle direttamente tu all’interno della cartella “roms”. Dopodichè inserisci i giochi e solo allora ti compariranno anche i vari emulatori

          • Daniele Costenaro
            aprile 6, 2017 at 5:16 pm

            Grazie mille per la risposta prontissima 🙂 domanda, devo semplicemente inserire il nome del sistema da emulare nel caso tipo creo la cartella retropie\snes, retropie\megadrive….
            Grazie mille
            D

          • admin
            aprile 6, 2017 at 7:49 pm

            esattamente. devi solo nominarle correttamente e inserirle dentro la cartella roms. Quindi per esempio roms/nes roms/snes ecc…

    • marcel
      febbraio 11, 2017 at 6:11 pm

      ho lo stesso problema

      • marcel
        febbraio 11, 2017 at 6:53 pm

        ho risolto creando prima una cartella sulla pendrive denominata “retropie”, dopo di che inserendola nela pi3 e poi di nuovo nel pc ho trovato le sottocartelle, ora l’unica cosa che non capisco è che mancano le sottocartelle ps2 e gamecube.

        • admin
          febbraio 15, 2017 at 11:24 am

          Ciao marcel puoi crearle tranquillamente tu da pc. Tieni però presente che i giochi PS2 non sono supportati da tutti i modelli di raspberry pi perchè richiedono risorse superiori a quelle standard (idem per il GC)

  • Giuseppe
    febbraio 8, 2017 at 7:46 pm

    Mi aiutate a configurare il sonoro?
    Non sento nulla.

  • Simone
    febbraio 20, 2017 at 5:15 pm

    Salve, vorrei chiedere un info, ma il MAME come diamine si configura? Non ho idea di dove mettere mano, help me pls!

    • admin
      febbraio 20, 2017 at 5:41 pm

      Ciao Simone, hai già guardato la pagina ufficiale per MAME? https://github.com/RetroPie/RetroPie-Setup/wiki/MAME

      • Simone
        febbraio 22, 2017 at 9:56 am

        Si, e sono sincero, non vi ho capito molto perché poco pratica! Preferirei qualche guida più semplice ed esplicativa ^^

        • admin
          febbraio 22, 2017 at 10:10 am

          Ciao Simone, devi essere un pò più preciso. Non trovi le rom che hai caricato? Non partono? Non funzionano i controler? Di base basta inserire le rom per MAME che hai nella cartella roms/arcade ma su Retropie sono installati diversi emulatori per MAME e i giochi devono essere compatibili con il relativo emulatore (trovi la tabella di compatibilità in quel link)

          • Simone
            febbraio 23, 2017 at 5:01 pm

            Veramente non ho ancora provato a caricare nulla, per non “far danno” ma se basta mettere tutto su arcade, oggi fo’ una prova e vi faccio sapere come va! Credevo servissero le bios o chissà cos’altro dei rispettivi cabinati! Vi chiedo solo, vi è qualche formato specifico di lettura delle rom?

          • Simone
            febbraio 24, 2017 at 9:35 am

            Tutto sistemato, ho “recuperato” un romset da 2200 e passa rom, mamma mia che contentezza! Grazie della dritta!

          • admin
            febbraio 24, 2017 at 11:09 am

            Bene perfetto! Sono contento tu sia riuscito a sistemare. Buon divertimento!

  • Paolo
    aprile 2, 2017 at 8:36 am

    Salve una domanda : quanti giochi é possibile emulare ? Si possono emulare qualsiasi gioco di qualsiasi console dal 70 al 2000 con i quali si arriva a circa cinquantamila come con hiperspin e maximus arcade ?

  • Paolo
    aprile 2, 2017 at 9:42 am

    Ok grazie. Il discorso è che ho visto un video su youtube dove il tipo dice che è riuscito a farle girare tutte con piu di 50.000 giochi con il raspberry, come ha fatto ? Io non sono esperto ma se mi rivolgo a qualcuno ci può riuscire ? Sarebbe molto costoso di tempo e soldi ? Poi a chi mi potrei rivolgere ? C’è qualcuno che mi possa aiutare in questo a pagamento ? Mi posso spostare. Non riesco a trovare nessuno che sia in grado di aiutarmi a realizzare una console personalizzata come quella che ora vi metto in questo video :

    https://www.youtube.com/watch?v=1r0XYWYUr7g

    Lascio qui la mia mail : Paoloorlando77@alice.it

    • admin
      aprile 2, 2017 at 9:51 am

      Il sistema che vedi nel video è esattamente lo stesso che utilizza Retropie (Emustation per intenderci). Se installi Retropie (o qualsiasi altro sistema) su Raspberri Pi3 non riuscirai comunque ad ottenere di giocare ai giochi della Ps2 (per esempio) perchè hai dei limiti imposti proprio dall’hardware (non ha abbastanza potenza di calcolo). Per sfruttare tutte le console dovresti usare un sistema linux dedicato (un pc insomma). Se invece vuoi un cabinato personalizzato come quello del video puoi provare a cercare sul sito Homecade.it o Retroforge.it, entrambi si occupano di crearli e venderli 🙂

  • Paolo
    aprile 2, 2017 at 5:23 pm

    Grazie sei stato molto gentile e disponibile a farmi capire a me che non sono esperto tutte queste cose. Grazie per la pazienza anche perchè è domenica. Ora proverò a sentire retroforge.it perchè la homecade già mi hanno risposto che non fanno queste cose, hanno già tutto progettato per la vendita già esistente. Devo trovare assolutamente qualcuno che mi aiuti. Ora vediamo…ci vuole anche passione in queste cose perchè sia un lavoro ben fatto. Fin’ora ho interpellato molti in internet in Italia che fanno questi cabinati console come nel video ma nessuno è disponibile ad aiutarmi e non riesco a capire il perchè se uno poi paga. Comunque è vero hai ragione il tipo nel video è quello che dici te come dici te, mi sono confuso, la mia inesperienza è la risposta.

  • Stefano
    aprile 4, 2017 at 8:19 pm

    Ciao una domanda.Non riesco a mettere daphne su retropie.Dove sbaglio?Serve il bios? Se si dove lo devo mettere?E le Roms che estensione hanno?Grazie.

    • admin
      aprile 4, 2017 at 8:24 pm

      Ciao Stefano, no non è necessario alcun BIOS. crea semplicemente la cartella daphne e inserisci all’interno i giochi con estensione .daphne (è supportato solo questo formato)

  • Adolfo Balzano
    aprile 9, 2017 at 12:56 pm

    ho letto che i file ds sono supportati e non necessitano di alcun bios ma nell’home page di retropie (su raspbarry pi2) non appare nessun emulatore per ds

  • Francesco
    luglio 6, 2017 at 6:12 am

    Ciao, dopo aver seguito passo passo le indicazioni, che sono state molto chiare, non trovo amiga, commodore 64 e dreamcast nella cartella ‘roms’. Ho comprato il raspberry pi3 soprattutto per emulare la mia amata amiga.
    Potreste suggerirmi come fare? Grazie mille

  • Uli
    agosto 22, 2017 at 9:15 am

    Buongiorno a tutti, una domanda forse stupida.
    Ma si può giocare in 2??? Collegando 2 joypad intendo.
    Grazie in anticipo

  • André
    agosto 23, 2017 at 11:35 pm

    Salve ma con raspberry pi3 è possibile emulare giochi di gamecube e ps1 ? Grazie per l attenzione.

    • admin
      agosto 24, 2017 at 6:19 am

      Per i giochi ps1 non ci sono problemi mentre per quelle GC per ora i risultati non sono accettabili. Speriamo che con i prossimi raspberry vengano aumentate la potenza di calcolo e la ram

  • Vincenzo
    agosto 26, 2017 at 2:37 pm

    Ciao sono Vincenzo e volevo fare complimenti per il forum!
    Premetto che ho acquistato un cabinato su cui ci sono preistallati diversi emulatori e poi ho acquistato anche tutti i singoli componenti per allestirlo da me…
    Sulla Raspberry Pi 3 che ho programmato grazie alle guide trovate in rete, sono riuscito a mettere praticamente tutti gli emulatori.
    Sull’homecade invece ho un problemino: non riesco a far girare una ROM per il mame (tehkanwc.zip) che sul raspberry gira sotto mame-libretro.
    Ho provato a copiare la suddetta cartella dal raspberry all’homecade ma non la vede…manca il bios dell’emulatore forse?
    Scusate la lunghezza del mio messaggio, spero di aver reso l’idea del problemino e che qualcuno mi aiuti.
    Grazie, Vinicenzo

    • admin
      agosto 28, 2017 at 12:10 pm

      Ciao Vincenzo, dovresti scrivere a chi produce Homecade per ottenere aiuto specifico su quel prodotto

  • Mauro
    settembre 28, 2017 at 8:50 am

    Vorrei porre una domanda : le roms che trovo in internet devo scaricare per quale sistema operativo? Forse linux?

    • admin
      settembre 28, 2017 at 8:54 am

      Ciao Mauro, non ho capito cosa intendi sinceramente. Le rom le devi scaricare (ricordo che è illegale se non si ha il gioco originale) per il sistema su cui intendi giocarle. Roms snes per il snes, rom psx per la playstation. Linux non dovrebbe neppure comparirti tra le possibilità

  • Luca
    settembre 28, 2017 at 9:50 am

    Ciao, per quanto riguarda i giochi a cui serve il bios, dove lo trovo e dove lo devo mettere e quali sono?
    Quelli a cui non serve il bios funzionano subito?
    grazie

  • Bobi
    ottobre 22, 2017 at 2:49 pm

    Ciao, è possibile emulare un c64 con tutte le sue funzionalità (Basic, tape, floppy disk, cartucce ecc.)?

  • mario
    ottobre 25, 2017 at 9:52 pm

    ciao

    ho installato retropie tutto bene sul mio raspberry ma le rom della mame non so dove metterle sulla chiavetta ho provato cartella arcade, cartella mame4all ma nulla dice sempre zero giochi disponibili, li ho mezze zippate decompresse ma nulla non le vede.
    dove sbaglo? grazie

    • admin
      ottobre 26, 2017 at 8:09 am

      Ciao Mario, vista la vastità dell’emulazione tramite MAME è difficile aiutarti senza sapere i passaggi che hai fatto. Ti direi di controllare di aver inserito un bios e di verificare che le roms che stai usando siano compatibili con l’emulatore selezionato in fase di avvio.
      In generale la cartella arcade va bene per tutti ma hai già letto anche la parte specifica su retropie? https://github.com/RetroPie/RetroPie-Setup/wiki/MAME

  • Francesco
    febbraio 21, 2018 at 12:22 pm

    Salve vorrei realizzare questo progetto. Nella lista dei dispositivi compatibili c’è anche la play 2 e game Cube però leggendo nei commenti leggo che non c’è la fa a reggerlo. Chi mi da qualche delucidazione al riguardo ? Grazie mille

    • admin
      febbraio 22, 2018 at 9:25 am

      Ciao Francesco, Retropie come sistema emula perfettamente anche play2, Dreamcast e Game Cube ma il raspberyy pi3 non ha una potenza sufficiente a livello di processore e ram per supportare quei sistemi. se vuoi emularli il modo migliore è ancora un pc

  • Pure
    aprile 20, 2018 at 3:30 am

    Ho un raspberry rev b, mi sembra che sia la prima versione..nessuno ha mai riscontrato il problema che i giochi hanno dei cali di frame e audio completamente alterato?

Leave a Response