Now Reading
Through the Moongate un saggio sulla storia di Richard Garriott e di Origin Systems Inc
0

Through the Moongate un saggio sulla storia di Richard Garriott e di Origin Systems Inc

by adminsettembre 12, 2018

Essere una fan del retorgaming non vuol dire solo giocare a vecchi giochi e collezionare console o pc vecchi di decenni, ma anche conoscere la storia che sta dietro allo sviluppo di titoli considerate pietre miliari o di personaggi particolarmente influenti nel periodo che vide il il boom della cultura videulica.

Per questo motivo siamo rimasti molto colpiti quando siamo siamo stati contattati da Andrea Contato, che si sta occupando di scrivere una saggio riguardante la storia di  Origin Systems Inc. e del leggendario Richard Garriott, per leggere una preview del suo lavoro.

Se non sapete chi sia Richard Garriott probabilmente non avete mai neppure sentito parlare della serie Ultima, dell’invenzione del primo vero MMORPG (molto prima di WoW) o delle innumerevoli innovazione introdotte, nel mondo dei giochi di ruolo per computer, da lui e del suo team di sviluppo.

In questo caso credo che il saggio di Andrea, chiamato Through the Moongate: the story of Richard Garriott, Origin Systems Inc. and Ultima,  potrebbe esservi di enorme aiuto ripercorrendo di fatto quella che è stata la carriera di una delle menti più geniali e visionarie del mondo dei videogiochi degli anni 80 e 90.

Nella preview inviataci abbiamo potuto leggere del periodo in cui avvenne un cambio di tecnologia importante nel mondo dei computer domestici, il passaggio dai vecchi Apple II ai primi Pc Ibm e di come questo abbia inizialmente creato molti problemi a Garriott e ai suoi collaboratori che non conoscevano il nuovo linguaggio di programmazione.

In particolare ci è piaciuto molto l’incontro con Warren Spector (Wing Commander, Ultima VI, Ultima Underworld: The Stygian Abyss, System Shock, Deus Ex, Deus Ex: Invisible War, Thief: Deadly Shadows giusto per fare qualche nomi di cui è stato produttore) e il suo inserimento in Origin, di cui riportiamo un piccolo estratto:

…Loubet aveva probabilmente parlato con i suoi colleghi del nuovo candidato perché non ci volle molto prima che a Spector venisse fissato un appuntamento.

Non di meno, conquistare un posto presso Origin non fu affatto facile: “Il tizio (Dallas Snell, NdA) che guidava la produzione mi mise sotto torchio – un colloquio di nove ore! – e poi mi passò a Richard, Chris Roberts e alcuni altri tipi creativi che c’erano in quel momento. Devono aver apprezzato quel che hanno sentito perché mi offrirono un lavoro (e una sostanziale riduzione di paga!) e mi trovai nell’industria dei giochi per computer.”

Da sempre animato da una grande passione per il cinema, Spector cercò diportare un po’ di cinematografia nell’industria dei videogiochi, riorganizzando la struttura di OSI secondo uno schema gerarchico molto simile a quello delle produzioni di Hollywood. La sua idea, per i tempi innovativa, ma che avrebbe velocemente preso piede in tutta l’industria, era che questa forma di intrattenimento non fosse sostanzialmente molto diversa da una sorta di cinema interattivo.

L’introduzione del CD-ROM e pionieri del genere come Night Trap (1992) e, soprattutto, 7th Guest (1993) avrebbero fatto presto capire che Warren non si sbagliava.

Aspettando di poter leggere l’intero libro, vi annunciamo che in data 13 Settembre la preview sarà resa disponibile a tutti e potrete seguire l’evolversi del lavoro tramite i canali social ufficiali e sul sito www.theira.it .

Vi lasciamo quindi con il trailer del progetto

Aggiornamento: la campagna su Kickstarer è ora disponibile a questo link —> https://kck.st/2xoxcYI

What's your reaction?
Lo amo
0%
Lo odio
0%
Interessante
0%
Bha
0%
About The Author
admin
Ciao e benvenuti sul portale di Retrogaming-Italia! Sono un videogiocatore e appassionato di console sin dal 1990, anno in cui mi regalarono il primo NES. Da allora non ho mai smesso e ora cerco di migliorare il panorama del retrogaming italiano

Leave a Response