Now Reading
Come usare una Sony PSP per il retrogaming
17

Come usare una Sony PSP per il retrogaming

by adminagosto 4, 2017

Dopo aver letto la nostra guida su come realizzare una console per il retrogaming usando un Raspberry Pi, in moltissimi ci avete scritto chiedendo se fosse possibile ottenere lo stesso risultato utilizzando una Psp.

Ovviamente la risposta è si, si può ottenere un ottimo risultato utilizzando anche una Psp ma con alcune limitazioni dovute all’hardware (la CPU è limitata a 333MHz).

In questa guida (basata su altre presenti sul web) illustrerò quindi i passaggi necessari a trasformare la vostra vecchia console portatile di casa Sony in un concentrato di emulatori con cui rigiocare i migliori titoli del passato.

1) Cosa vi serve

Inizio con il fare una precisazione: per seguire questa guida è necessaria una Psp con installato un Custom Firmware (vedremo dopo i passaggi necessari per ottenerlo). Questa procedura può causare danni alla vostra Psp e rende nulla una eventuale garanzia; sta a vostro rischio e pericolo quindi decidere di procedere e non mi ritengo responsabile di eventuali problemi.

Analogamente la guida copre esclusivamente la parte di installazione del firmware e degli emulatori; non verrà in alcun modo fornito supporto su come procurarsi le rom (che ricordo è illegale se non si ha il gioco originale) o i bios necessari, quindi non chiedeteli.

Ultima, ma non meno importante precisazione: non è più necessario possedere una Psp dotata di batteria Pandora per installare emulatori perchè ormai i custom firmware si sono talmente evoluti da superare queste problematiche e di fatto si occupano di modificare la vostra console direttamente lato software.

Ecco quindi quello che vi serve:

2)Come installare il Custom Firmware

Prima di tutto occorre aggiornare la vostra Psp al Firmware Ufficiale 6.60 ( a meno che non abbiate già questa versione).

Scaricate il file, scompattatelo e collegate la console al vostro pc tramite la modalità “Collegamento Usb” che trovate nelle impostazioni; a questo punto copiate il file nella cartella PSP –> GAME

Fatto ciò scollegate la Psp dal Pc e andate nella voce Giochi –> Memory Stick e lanciate l’aggiornamento selezionando l’apposito file; seguite le istruzioni sullo schermo fino a quando la procedura non è completa.

aggiornamento firmware psp

Schermata da cui avviare l’aggiornamento al firmware ufficiale

Ora scaricate il Custom Firmware 6.60 PRO-C2, scompattate il file e troverete tre diverse cartelle:

  1. PROUPDATE (necessaria a sovrascrivere il firmware)
  2. FastRecovery (necessario a ricaricare il firmware nel caso spegniate totalmente la Psp. Vedremo dopo in dettaglio questa parte)
  3. CIPL_Flasher (per rendere permanente la sovrascrittura del custom firmware)

Copiatele tutte e tre all’interno della cartella PSP –> GAME della vostra console.

Andate nuovamente nella schermata Giochi –>Memory Stick e lanciate il programma che si chiama Pro Update. Cliccate il bottone X e attendete che la procedura vada a buon fine (generalmente ci vogliono pochi secondi).

installazione custom firmware

Schermata da cui avviare l’installazione del CF

A questo punto avete installato il Firmware Custom ma c’è ancora un problema da risolvere, rendere questa sovrascrittura permanente.

Questo tipo di modifica infatti verrebbe “cancellata” al primo spegnimento della PSP (tenendo premuto il tasto per più di 5 secondi, altrimenti la PSP va solo in modalità sleep e la modifica non viene toccata).

Per evitare di rifare questa procedura tutte le volte che spegnete la PSP (o che togliete la batteria) potete procedere in due modi: o utilizzate il programma FastRecovery, che avete precedentemente caricato nella vostra PSP e che di fatto si occupa di ricaricare il Custom Firmware in automatico, oppure lanciate il programma CIPL_Flasher che rende permanente la modifica.

schermata fast recovery

Utilizzate il fast recovery se non potete rendere permanente la modifca

Purtroppo il CIPL_Flasher funziona esclusivamente sulle PSP1000 0 PSP2000 precedente alla versione 88v3, per tutte le altre versioni è necessario utilizzare il FastRecovery; questo è anche il motivo per cui ve li ho fatti inserire entrambi nella console. 

Se non potete usare CIPL_Flasher allora ricordatevi, in caso spegniate completamente la PSP o togliate la batteria, di avviare come prima cosa il programma FastRecovery.

Ora possiamo iniziare ad inserire i nostri emulatori

3) Installare gli emulatori

Esistono tantissimi emulatori che potete inserire in una PSP e a questo link potete scaricarne una vasta selezione.

Per poter installare un emulatore sulla console dovete semplicemente copiare ogni singola cartella all’interno del percorso PSP–> GAME e copiare i relativi giochi nelle sottocartelle chiamate ROMS. 

Dopodichè andando sulla console e selezionando Giochi –> Memory Stick troverete i singoli programmi da lanciare, ognuno con una sua configurazione dedicata.

La procedura sopra descritta è valida per ogni emulatore che vorrete utilizzare ma di seguito approfondiamo i principali.

Emulatore PSP e PSX 

Con questa modifica potrete giocare a tutti i giochi usciti per PSP e per PSX senza aver bisogno di caricare altro software. Per i giochi PSP è necessario inserire le rom, in formato .ISO, nella cartella PSP->ISO.

Per i giochi della vecchia PSX invece è necessario che il formato sia .PBP e vanno inseriti direttamente in PSP–>GAME.  Nativamente i giochi PSX saranno in formato ISO e dovrete convertirli al fine di creare per ognuno un file denominato EBOOT.PBP.

Su Google troverete guide in abbondanza su come fare quindi non mi dilungherò ulteriormente in merito

Emulatore Super Nintendo – Super Famicon

L’emulatore per giocare ai giochi del vecchio Snes si chiama SNES9XTYL ed è già incluso nel file che avete scaricato precedentemente.

emulatore snes per psp

L’emulatore per il vecchio Snes

Come descritto sopra la cartella, dopo essere stata scompattata, va copiata in PSP–> GAME e le rom vanno caricate all’interno del percorso PSP–>GAME -> SNES9XTYL -> ROMS.  Nel caso anomalo in cui la cartella ROMS non fosse già presente allora createla voi. Il formato delle rom deve essere .smc

Lanciato l’emulatore e selezionato il gioco avete due possibilità: cliccando con il tasto quadrato avvierete la rom con le impostazione di default dell’emulatore mentre avviandola con il cerchio avrete la possibilità di settare una configurazione specifica per il gioco.

impostazioni emulatore snes

Schermata con le impostazioni video dell’emulatore

Le impostazioni di default funzionano benissimo per la maggior parte delle rom e permettono di giocare a velocità normale e a senza scatti ma nel caso vogliate personalizzare qualcosa sappiate che:

  • esistono 3 settaggi per l’audio Not Emulated( garantisce maggiore velocità ma non avrete il sonoro), Emulated-no output (anche in questo caso non avrete l’audio ma esistono giochi in cui, causa una sincronia tra audio e cpu, è necessario emularlo), Emulated-Output (usare se vi interessa il sonoro).
  • la frequenza audio: da tenere intorno ai 22Hz – 25 Hz per garantire una buona qualità del sonoro e una buona fluidità dei giochi.
  • ci sono tre possibili opzioni grafiche da selezionare: l’accurate sotfware (emula più fedelmente il motore grafico del vecchio Snes), l’approx software (da attivare solo in caso di evidenti rallentamenti) e il PSP accelerated (sfrutta l’hardware della PSP per effettuare il renderign degli effetti grafici). Il mio consiglio e di lasciare sempre selezionato PSP accellerated + accurate software
  • video mode vi permette di scegliere l’aspect ratio dello schermo. Utilizzate fullscreen o 4:3 a seconda della vostra preferenza
  • Speed limit switch e speed limit fps lasciare sempre la voce su yes, in modo da limitare l’emulatore alla velocità del gioco reale
  • Frameskip lasciatelo sempre a zero e aumentatelo solo se il gioco scatta vistosamente.
  • VSync attivandolo la resa grafica migliora ma molti giochi tendono a rallentare. In genere io lo disattivo ma potete provare da gioco a gioco.
  • PSP Clockspeed: lasciatelo di default o a 333Mhz
  • Hack/debug menu se impostato su ON permette di sfruttare alcuni settaggi appositi per i giochi presenti nel file supernesadvance.dat. Lasciatelo su ON perchè se il gioco è presente potreste ottenere dei miglioramenti (sono supportati quasi esclusivamente giochi in formato NSTC)

Emulatore Sega Master System – Sega Game Gear – Nintendo Game Boy

L’emulatore in questione si chiama Emumaster (o Masterboy a seconda delle versione) ed è veramente indispensabile, sia perchè permette di emulare ben tre diverse console, sia per le feature che introduce (soprattutto su Game Boy).

Funziona egregiamente con le rom di tutti e tre i sistemi ma la funzionalità migliore di tutte è quella dedicata al ricoloramento dei giochi per Game Boy, assolutamente da provare.

Emulatore per Nintendo NES

Con così tanti giochi per il Nintendo 8 bit entrati nella storia era impossibile non soffermarci un minimo sul suo emulatore per PSP.

In questo caso la cartella da copiare in PSP–>GAME è quella denominata Nester_AoEX_R3, fate attenzione a non copiare tutto il resto poichè è inutile al fine dell’emulazione.

Questa è la versione modificata del NesterJ e vi permetterà di inserire anche cheat e di utilizzare il rewind mode (riavvolge letteralmente il gioco permettendovi di correggere un vostro errore che vi ha portato al game over).

Anche in questo caso le rom vanno inserite nella cartella Roms in formato .NES (o anche zippate).

Le opzioni di configurazione da modificare per giocare al meglio sono:

  • CPU clock: impostare sempre a 200MHz in modo da non aver problemi di velocità e scatti
  • Battery Power Save: lasciare su ON, in alternativa la batteria si consumerà molto rapidamente
  • VSYNC : impostare il valore su “Sometimes”. Se il gioco vi sembra stabile potete anche lasciarlo sempre attivo
  • Show FPS: di default è impostato su ON e vi mostrerà a schermo il valore in real time. Personalmente in alcuni giochi l’ho trovato fastidioso perchè si sovrapponeva con alcune aree di interazione. Se non vi serve per testare la configurazione attuale mettetelo su OFF

Emulatore per Sega Mega Drive e Mega Cd

Per emulare la console di casa Sega dell’era a 16bit dovrete caricare sulla scheda di memoria Picodive, emulatore quasi perfetto e che non richiede configurazioni particolari per funzionare.

Tutti i giochi che ho testato andavano a velocità corretta e senza scatti o rallentamenti ma di seguito andiamo ad analizzare le opzioni di configurazione su cui potete intervenire in caso di problemi (ad esclusione di quelle più ovvie).

  • configuration – Render: potete scegliere tra fast e accurate renderers. Il primo ovviamente è più veloce nell’effettuare il render delle immagini ma crea un’infinità di problemi quindi utilizzate sempre il secondo. Di default potete passare da uno all’altro in game premendo il tasto triangolo.
  • configuration – Frameskip: lasciatelo su auto e non avrete problemi
  • configuration – Sound Quality: consigliato 22050Hz, in modo da avere un buon compromesso tra qualità e velocità
  • configuration – CPU/bus clock: per la PSP i valore da impostare è 333MHz
  • configuration – advanced options – Disable sprite limit: moltissimi giochi usano questa impostazione per nascondere a scheconfiguration – advanced optionsrmo alcuni elementi che non devono essere visti. Non è quindi consigliato disabilitarlo.
  • configuration – advanced options – Emulate Z80 o Emulate YM2612 (FM) oppure Emulate SN76496 (PSG): permette di emulare alcuni chip audio attivando nuovi effetti sonori. Il consiglio è di provarli gioco per gioco e vedere se ottenete miglioramenti oppure no
  • display – Wait for vsync: serve per dire all’emulatore di aspettare il refresh dello schermo prima di caricare un altro frame. Consiglio di impostarlo su “sometimes” in modo da lasciare alla console la decisione di aspettare il vsync o no a seconda della velocità dell’emulatore.

Picodive permette inoltre di emulare i giochi per Sega Mega CD ma in questa guida non tratteremo questo tema in quanto non abbiamo avuto modo di testarlo; nel caso vogliate testarlo voi stessi ricordatevi di inserire il bios nella stessa cartella dell’emulatore

Conclusione

Esistono moltissimi altri emulatori per PSP che troverete nel file linkato più sopra e analizzarli tutti in un solo articolo non è possibile.

Nel caso abbiate domande o chiarimenti su un particolare emulatore non esitate, ovviamente, a chiedere supporto nei commenti ma prima di chiudere l’articolo ci tengo a sottolineare che non tutti offrono delle soluzioni stabili su piattaforma PSP.

Questo è dovuto soprattutto alla scarsa potenza della vetusta console di casa Sony e nonostante l’ottimo lavoro svolto dagli hacker, alcune piattaforme più recenti non rendono il giusto se emulate su PSP ( per esempio il buon Nintendo Ds).

What's your reaction?
Lo amo
17%
Lo odio
17%
Interessante
58%
Bha
8%
About The Author
admin
Ciao e benvenuti sul portale di Retrogaming-Italia! Sono un videogiocatore e appassionato di console sin dal 1990, anno in cui mi regalarono il primo NES. Da allora non ho mai smesso e ora cerco di migliorare il panorama del retrogaming italiano
17 Comments
  • giulio
    settembre 1, 2017 at 10:44 am

    Purtroppo il link per scaricare gli emulatori non funziona. Porta sul sito digiex.net e dice che non si hanno i permessi per scaricare da un altro sito.

    • admin
      settembre 1, 2017 at 1:15 pm

      Ciao Giulio, grazie mille per avercelo comunicato. Ora il link è di nuovo funzionante e lo abbiamo spostato sui nostri sistemi

  • giulio
    ottobre 13, 2017 at 11:42 am

    Ciao, posso usare il programma CIPL_Flasher su una PSP 3004 senza incorrere in rischi di brick?

    • admin
      ottobre 13, 2017 at 12:03 pm

      Ciao se hai dei dubbi puoi scaricare il programma PSP Ident. Una volta inserito nella micro SD e avviato ti dirà lui se a tua PSP è adatta o meno all’installazione permanente del firmware(l’ultima voce che ti compare sullo schermo è: Possible CFW : yes oppure no)

  • Alfio
    ottobre 21, 2017 at 11:12 am

    È possibile salvare i progressi dei giochi psx ?

  • Sergio Bersanetti
    dicembre 23, 2017 at 10:40 am

    Salve ho recuperato la mia vecchia psp sulla quale si avviavano senza problemi le iso per la psp, dopo aver seguito la guida però non riesco ad avviarle più e gli emulatori non si avviano. Qualcuno mi sa dire cosa potrei fare o cosa sia successo? Formattando e facendo tutto da capo potrei risolvere qualcosa?

  • valerio
    gennaio 9, 2018 at 6:08 pm

    Ciao a tutti.
    PSP1004 aggiornata al 6.60, ma quando vado ad eseguire l’aggiornamento al customFirm la console è come si spegnesse., è normale? Accade questo anche quando lancio Fast Recovery. Invece quando avvio CIPL mi dice “impossibile avviare gioco, dati dannegiati”.
    Mi serve il vostro aiuto, please!

    • admin
      gennaio 12, 2018 at 5:04 pm

      Ciao, probabilmente la tua PSP non è adatta perchè il custom firmware rimanga in modo permanente. Dopo che hai lanciato Pro Update al fine del caricamento è normale che la console si riavvi (come quando installai un nuovo firmaware) a quel punto però non lanciare il CIPL_Flasher e prova invece a caricare un emulatore con un gioco.
      Se lanci il cipl_flasher su una console che non è PSP1000 0 PSP2000 precedente alla versione 88v3 rischi di compromettere il tutto

  • marinello de marinelli
    febbraio 6, 2018 at 9:50 pm

    stupendo grazie guida molto intuitiva e facile da usare
    ho una psp 1000 ed grazie a questa modifica posso riutilizzarla in oltre ho installato tutte e due i file x modificare il firmware io comunque la psp 1000 la tengo sempre collegata sia a casa che in ufficio . ho scaricato una bellissima raccolta che comprende tutti i giochi usciti per psp
    chissà se esiste la modifica anche per psp vita sarebbe stupendo .. in quanto ho intenzione di comprarla usata al gamestop

  • Ariele
    febbraio 21, 2018 at 8:36 am

    è possibile anche installare emulatori mame ? se si quali?

  • luca
    febbraio 22, 2018 at 2:21 pm

    ciao, non me la fa aggiornare al 6.60 originale perche dice che ne ho uno superiore. come posso fare?

    • luca
      febbraio 22, 2018 at 2:27 pm

      dimenticavo, io attualmento il software di sistema 5.50 prometheus

      • admin
        febbraio 22, 2018 at 2:49 pm

        Ciao è un problema comune del prometheus. Devi cambiare una linea di codice in un file txt in modo da non fare vedere al sistema che hai un firmware superiore al 6.60.
        Ti incollo qui una miniguida in inglese (direi che non è complicata da seguire):

        1. Open VSH menu by clicking on the Select button from xmb(main psp menu)
        2. Change USB device to Flash0
        3. Connect your psp to pc
        4. Navigate to \vsh\etc\
        5. Open version.txt using notepad or wordpad
        6. In the first line change the 9.90 to 5.50 and save.
        7. Disconnect your psp from the pc and change the USB device back to Memory stick in vsh menu

        da qui in poi segui la nostra guida (scarica il firmware ufficiale, copialo in PSP/GAME/UPDATE/, lancia dal menù principale, scaricare il CF ecc ecc ecc)
        Fai attenzione però che a seconda del tuo modello di PSP potresti incorrere in problemi di brick passando dal prometheus al CF

  • Paolo
    luglio 27, 2018 at 1:09 pm

    Ciao, ho una psp 1004 con firmware 3.71 m33. Ho tentato di seguire la vostra guida ma appena provo ad installare il 6.60 mi da un errore di lettura memory stick 80010005 oppure 80020321 e lì mi fermo. Cosa posso fare?
    Il mio fine ultimo è poter installare il Mame 4 All.
    Grazie

    • admin
      luglio 27, 2018 at 2:51 pm

      Ciao ma stai cercando di fare l’update direttamente dalla PSP o hai scaricato il file ufficiale e lo hai inserito collegando la console al pc?

Leave a Response