Now Reading
Emuparadise ha rimosso tutte le ROM dal sito per paura di azioni legali
0

Emuparadise ha rimosso tutte le ROM dal sito per paura di azioni legali

by adminAgo 13, 2018

Ebbene si, è successo.

Dopo 18 anni di attività, il famoso sito dedicato alla raccolta e condivisione di ROMS Emuparadise.me, ha deciso di rimuovere tutti i link di downloads ai giochi che precedentemente era possibile scaricare in modo totalmente gratuita.

A comunicarlo è stato direttamente il fondatore del sito che ha commentato con le seguenti parole la sua decisione:”Non vale la pena, per noi, di incorrere in conseguenze legali disastrose. Non posso rischiare di compromettere il futuro dei membri del nostro team.”

A far prendere questa drastica decisione al fondatore è stata la recente azione legale, portata avanti da Nintendo America, contro due altri famosi siti dedicati alla condivisione di Roms, LoveROMs.com e LoveRETRO.com, accusati di distribuire in modo illegale giochi coperti da copyright.

rimozione rom emuparadise

L’annuncio presente sul sito Emuparadise su cui si comunica la rimozione delle Roms

Il tema della distribuzione di Roms ha spesso diviso il pubblico interessato al retrogaming tra chi ritiene giusto che un’azienda protegga le sue proprietà intellettuali e chi ritiene eccessivo il comportamento di tutela che viene posto su giochi, vecchi anche di 20 anni, spesso introvabili (o a prezzi non abbordabili) e non più supportati.

Sul tema è intervenuto anche Frank Cifaldi, uno dei pochi storici e archivisti di videogiochi, che ha espresso la sua perplessità su questo tipo di cause, rammentando a tutti come in molti casi non esistano valide alternative alla pirateria per la preservazione di vecchi videogiochi.

Fateci sapere cosa ne pensate!

What's your reaction?
Lo amo
0%
Lo odio
50%
Interessante
50%
Bha
0%
About The Author
admin
Ciao e benvenuti sul portale di Retrogaming-Italia! Sono un videogiocatore e appassionato di console sin dal 1990, anno in cui mi regalarono il primo NES. Da allora non ho mai smesso e ora cerco di migliorare il panorama del retrogaming italiano

Leave a Response