Now Reading
7 rpg classici che nessuno conosce ma che dovresti giocare
0

7 rpg classici che nessuno conosce ma che dovresti giocare

by adminNov 28, 2018

Protagonisti soprattutto negli anni 90 e dell’inizio del millennio, gli rpg di stampo classico , o crpg come vengono chiamati, sono un genere che ha appassionato migliaia di giocatori desiderosi di vivere avventure fantastiche in mondi a stampo fantasy (per la maggior parte) o futuristico, in cui potersi immedesimare in personaggi regolati da schede di abilità e lanci di dadi virtuali.

Di quegli anni sono ancora oggi ricordati i vari Baldur’s Gate, Icewind Dale, Planescape Torment, Arcanum, Fallout, Ultima e via dicendo che vantano un seguito di fan invidiabile e che per fortuna ha visto il risorgere del genere grazie a nuovi titoli di un certo spessore, come per esempio i Pillars of Eternity e i due Divinity, acclamati sia dal pubblico che dalla critica.

Esistono però tanti vecchi titoli che troppo spesso non vengono citati tra i migliori crpg giocabili su pc, le così dette “gemme nascoste”, che vorrei rispolverare in questo articolo e riportare all’attenzione dei lettori di retrogaming-italia appassionati del genere.

 

Lionheart: Legacy of the Crusader

Lionheart legacy of the crusader

Rilasciato nel 2003, Lionheart è stato l’ultimo gioco di ruolo prodotto da Black Isle Studios e sviluppato da Reflexive Entertainment. Si tratta di un rpg con combattimenti in tempo reale e che utilizza, nella creazione del personaggio, il sistema SPECIAL, lo stesso dei primi due Fallout.

Quello che rende unico il titolo è l’ambientazione, una sorta di medioevo alternativo in cui personaggi storici reali vengono posti ad affrontare temi come invasioni di demoni e utilizzo di magia.

Il plot narrativo inizia con l’uccisione da parte di Re Riccardo Cuor di Leone di 3000 prigionieri durante l’assedio di Acri nella terza crociata; questo massacro libera sufficienti energie magiche da permettere al cattivo di turno di utilizzarle per portare nel nostro mondo esseri appartenenti ad altre realtà, quali diavoli e mostri classici dell’universo fantasy.

Come discendente di Riccardo sarà vostro compito correggere l’errore fatto dal vostro avo e riportare il mondo ad uno stato normale.

Durante l’avventura visiterete tantissimi luoghi reali, ricostruiti come apparivano nel sedicesimo secolo e avrete a che fare con personaggi storici come  Miguel de Cervantes, William Shakespeare, Galileo Galilei, Niccolò Machiavelli, Leonardo da Vinci, Torquemada e altri che occasionalmente si uniranno a voi ma rimarranno sotto il controllo della IA.

L’unica pecca del titolo sta appunto nella mancanza di un party di comprimari comandabili che meglio si sarebbe amalgamato con il sistema di perks e abilità che compongono il vostro personaggio principale.

Ottimo invece il comparto sonoro.

Acquista su Steam

Acquista su Gog

The Fall Last Days of Gaia

the last days of gaia

Sviluppato da Silver Style Entertainment, The Fall è stato rilasciato nel  2004 in Germania e altri paesi del nord Europa, curiosamente senza la presenza della lingua inglese. Esiste però una patch che traduce tutti i testi e che risulto indispensabile per godersi appieno il titolo.

Si tratta di un crpg con combattimenti real time con possibilità di mettere in pausa, in puro stile Black Isle, con un’ambientazione post nucleare che fa l’occhiolino ai vari Fallout, presentando però un mondo di sopravvissuti meno retrogrado rispetto ai titoli di Interplay ( per intenderci i mezzi a motore sono ampiamente utilizzati).

Oltre al personaggio principale che andrete a creare, avrete la possibilità di ingaggiare altri personaggi che faranno parte del vostro gruppo e che non saranno solo spettatori ma parteciperanno alle scelte che dovrete fare con consigli e obiezioni in base alle loro motivazioni personali.

No mancano inoltre molte fasi di esplorazione, creazione oggetti, quest secondarie abbastanza varie, veicoli da riparare e la trama in generale si dipana in modo interessante per le circa 35 ore di gioco.

Al momento del rilascio The Fall era pieno di bug al punto da renderlo ingiocabile, ma nel 2006 è stata rilasciata una versione aggiornata in cui la maggior parte dei problemi sono stati risolti, quindi se siete alla ricerca di un rpg con ambientazione post apocalittica non fatevelo scappare!

Darklands

Darklands

Darklands è un gioco di ruolo sandbox sviluppato da Microprose nel 1992 ambientato nella Germania medioevale del XV secolo.

Sarete al comando di un gruppo composto sino da 4 personaggi e sarete liberi di esplorare il mondo di gioco, visitando luoghi realmente esistenti e indagando su una oscura cospirazione che coinvolge l’ordine dei Cavalieri Templari.

A differenza di altri crpg non è presente una trama principale ma solo tante quest da vivere e affrontare nel modo che vorrete, a seconda delle abilità che avrete conferito ai vostri personaggi.

Proprio la libertà d’azione e le diverse scelte che potrete effettuare fanno di Darklansd un gioco per molti versi precursore dei moderni open world, ovviamente con i dovuti limiti dell’hardware di 20 anni fa.

Il titolo offre inoltre una grande varietà di differenti attività da svolgere che vanno dal dare la caccia alle streghe al lavorare in una locanda per guadagnare abbastanza per comprare da mangiare e che permettono di accumulare esperienza da investire in un sistema di crescita del personaggio davvero complesso.

Acquista su Steam

Acquista su Gog

Temple of Elemental Evil

Il tempio del male elementare

Temple of Elemental Evil o come è stato tradotto in italiano, il “Tempio del Male Elementale”  è sicuramente più conosciuto dei titoli precedenti ma ha riscosso comunque pochissimo successo, soprattutto a causa di fastidiosi bug che lo affliggevano all’uscita, alla poca esplorazione che il gioco offre e alla pochezza della trama.

Non esiste in realtà una narrazione in questo gioco ma piuttosto ci viene posto l’obiettivo di esplorare un antico tempio che si sviluppa per diversi livelli nel sottosuolo alla ricerca di tesori e del nemico ultimo che governa questo dungeon antico e infinito.

L’idea degli sviluppatori (i compianti Troika Games) era quello di riproporre in digitale l’omonimo modulo avventura di Dungeons and Dreagons senza avere la presunzione di aggiungere comparti narrativi in più ed è proprio nell’implementazione del sistema di regole di D&D 3.5 che questo gioco risalta rispetto ai concorrenti. Il sistema di combattimento è infatti il più complesso in assoluto con tante variabili da tenere in mente e che sicuramente farà piacere ai fan del gioco di ruol ocartaceo.

Anche graficamente The Temple of Elemental Evil si distingue dagli altri crpg del tempo, proponendo ambientazioni ben realizzate e ottimi effetti grafici.

Acquista su Gog

Geneforge

Geneforge

Geneforge è uscito nel 2001 realizzato da Spiderweb Software ed è un rpg abbastanza atipico soprattutto nel suo sistema di combattimento.

Iniziamo nel dire che il mondo di gioco è totalmente originale, così come i sistemi di abilità e di crescita del personaggio.

Vestirete i panni di un “Shapers”, un modellatore, capace di alterare le forme di vita del pianeta tramite la magia, al fine di creare mostri che lavorino per voi o che combattano per voi. Il vostro viaggio inizia quando vi sveglierete su un’isola apparentemente desertica, popolata da quella che sembra un’orda di creature realizzata da modellatori ormai scomparsi e di cui rimangono solamente alcune tracce in determinate rovine.

Punto focale del titolo è l’esplorazione e la curiosità di scoprire cosa i programmatori si siano inventati vi porterà ad avanzare nella trama senza cali di tensione, aiutati anche da un sistema di combattimento che potrete affrontare in stile h&s oppure evocando creature piccole in gran numero o enormi ma poco numerose.

Incontrerete diverse fazioni con cui schierarvi e dovrete prendere molte decisioni difficili basandovi su un sistema di moralità che non si riduce al classico ammazzo tutti/salvo tutti, nzi è un odei pochi rpg classici in cui ho visto degli npc ritornare sui loro passi dopo che avrete fornito motivazioni sufficientemente valide tramite dialoghi articolati.

Al momento dell’uscita i concorrenti non mancavano e sicuramente l’aspetto grafico e l’interfaccia verde acceso non aiutarono Genforge ad emergere, ma il mio consiglio è quello di andare a recuperarlo immediatamente.

Acquista su Steam

Acquista su Gog

Realms of Arkania: Blade of Destiny

Realms of Arkania: Blade of Destiny

Sviluppato da Attic Entertainment Software nel 1993, Realms of Arkania: Blade of Destiny è il primo titolo in assoluto a sfruttare come sistema di regole quello del gioco cartaceo tedesco The Dark Eye, utilizzato poi anni dopo per Drakensang.

Il plot narrativo è quanto di più classico possiate immaginare: un capotribù orchesco ha radunato un potente esercito e si accinge ad invadere le terre degli umani e voi vestirete i panni di un avventuriero ingaggiato per ritrovare una magica spada utile a contrastare l’avanzata nemica.

Come nel gdr The Dark Eye i personaggi che creerete hanno oltre ai tipici punti caratteristica, come Forza, Agilità, Intelligenza, anche delle debolezze che vanno a caratterizzarne il comportamento durante il gioco. Un personaggio avido, per esempio, si opporrà alla decisione di abbandonare una ricompensa per donarla alla causa, così come uno violento si getterà a capofitto in uno scontro senza ascoltare ragioni.

L’esplorazione delle città e dei dungeon avviene in prima persona mentre durante i combattimenti sarete portati ad una scacchiera con visuale isometrica in cui dare ordini al vostro party di 6 avventurieri.

Oltre a Blade of Destiny esistono anche due seguiti ufficiali,  Realms of Arkania: Star Trail e Realms of Arkania: Shadows over Riva, altrettanto validi mentre è da evitare come il fuoco il remake fatto nel 2013 che rasenta il limite del ridicolo per quanti bug contiene.

Acquista su Steam

Acquista su Gog

Dark Sun: Shattered Lands

Dark Sun: Shattered Lands 

Dark Sun: Shattered Lands si svolge nella terra immaginaria di Athas, un mondo deserto morente e ostile che potrebbe unire Conan e Mad Max per quanto riguarda ambientazione e lore.

Nei panni di una squadra di gladiatori condannati a morire nell’arena della città stato di Draj governata da un potente re stregone, dovrete prima di tutto riuscire a scappare  e in secondo luogo riunire le altre città che sorgono nel deserto per opporti all’esercito di Draj, che vuole spazzare via tutti quelli che non si sottometteranno al suo volere.

Il gioco sfrutta le regole modificate di AD&D 2.0 con l’aggiunta delle classi e delle razze uniche dell’avventura Dark Sun, questo comprende anche l’uso di poteri psionici che possono essere sfruttati in vario modo dal giocatore.

Particolarmente riusciti sono i combattimenti che necessitano spesso di una pianificazione strategica per essere affrontati al meglio, considerando sia la direzione dei nemici che la posizione dei membri del party.

Dark Sun: Shattered Lands  offre anche una buona varietà di situazione che vanno affrontate con il solo dialogo e avrete più volte la possibilità di compiere scelte determinanti per lo sviluppo dell’avventura.

Al momento del rilascio il gioco era palesemente incompleto e questo determinò il suo scarso successo, ma per fortuna questi problemi sono stati risolti con il tempo e ora il gioco è veramente godibile.

Acquista su Gog

What's your reaction?
Lo amo
0%
Lo odio
0%
Interessante
100%
Bha
0%
About The Author
admin
Ciao e benvenuti sul portale di Retrogaming-Italia! Sono un videogiocatore e appassionato di console sin dal 1990, anno in cui mi regalarono il primo NES. Da allora non ho mai smesso e ora cerco di migliorare il panorama del retrogaming italiano

Leave a Response